Infine della prospettiva, evidente nelle ambientazioni che fanno da

Infinesi può individuare un leggero richiamo all’horror vacui non tantonei singoli affreschi, che presentano, come nel caso dellacrocifissione di San Filippo, ampi spazi dedicati allo sfondoprospettico, bensì sul piano architettonico: infatti non sonopresenti dei veri e propri spazi vuoti privi di decorazioni, poichèl’artista ha provveduto a riempire ogni volta, arco e cornice convari ritratti di figure religiose.

Notevoleè uno dei primi tentativi riusciti di utilizzo della prospettiva,evidente nelle ambientazioni che fanno da sfondo in quasi tutti gliaffreschi e occupano una parte considerevole dello spaziocomplessivo: ottimo esempio ne è l’annunciazione della liberazionedi Padova (foto 6), collocata nel lato sinistro, dove l’artistarappresenta la città in ogni dettaglio riuscendo a conferirleun’impressione di profondità. Inoltre, tale affresco costituisceuna testimonianza della cinta di mura medioevale della cittàpatavina.6) Nell’insiemeil ciclo di affreschi è uniforme, essendo opera unitaria di unostesso artista: le figure sono generalmente proporzionate, bencaratterizzate nelle varietà fisiche e nell’abbigliamento, checontribuiscono al generale naturalismo, ma non vi sono casi diparticolare espressività dei volti che risultano piuttosto uniformi.5) Ilsottarco che divide vano e abside è decorato con figure di profeti,mentre la volta a crociera richiama un cielo stellato che fa dasfondo ai tondi in cui sono racchiuse le effigi dei quattroevangelisti (foto 4 e 5). 4) Gliaffreschi del lato destro dell’abside celebrano i poteri taumaturgicidi Sant’Antonio, mentre sul lato sinistro è rappresentato l’annuncioal Belludi della liberazione della città di Padova dalla tirannia diEzzelino da Romano (foto 6).

Best services for writing your paper according to Trustpilot

Premium Partner
From $18.00 per page
4,8 / 5
4,80
Writers Experience
4,80
Delivery
4,90
Support
4,70
Price
Recommended Service
From $13.90 per page
4,6 / 5
4,70
Writers Experience
4,70
Delivery
4,60
Support
4,60
Price
From $20.00 per page
4,5 / 5
4,80
Writers Experience
4,50
Delivery
4,40
Support
4,10
Price
* All Partners were chosen among 50+ writing services by our Customer Satisfaction Team

L’abside(foto 3) è densamente affrescata: al centro, nella parte superiore,sono rappresentate le figure, racchiuse in dei tondi, di CristoPantocratore e dei santi Filippo e Giacomo; al di sotto la scenadell’annunciazione, separata dai tondi da un piccolo rosone, sovrastal’affresco della Vergine in trono, ai cui piedi è situato ilsarcofago del Beato Luca.3) Entrandonella cappella, sulla parete sinistra sono raffigurate le storie diSan Filippo (foto 1), così come sul lato destro episodi della vitadi San Giacomo (foto 2).2) L’interociclo di affreschi, opera dell’artista Giusto De’Menabuoi, èdivisibile in tre parti sulla base dei temi raffigurati, che trattanorispettivamente le storie dalla vita di Luca Belludi, dei SantiFilippo e Giacomo e dei fratelli De’Conti.1) Lachiesetta è costituita da un’aula unica particolarmente sviluppatain altezza, coperta da una volta a crociera; l’abside, separata dalvano da un sottarco, non è semicircolare, bensì è divisa in trelati, ed è occupata dal sarcofago di Luca Belludi e dall’altare.Inizialmentededicata ai Santi Filippo e Giacomo, questo spazio fu oggetto di unaricostruzione finanziata dai fratelli De’Conti e realizzata nel 1382,che comprendeva l’inserimento di un altare e la decorazione dellastruttura grazie agli affreschi di Giusto De’Menabuoi. NelQuattrocento, in seguito al trasferimento del sarcofago del BeatoBelludi, amico e interprete della predicazione di Sant’Antonio,avvenuto nel 1371, il luogo venne dedicato alla devozione al fratefrancescano.Lacappella del Beato o cappella dei Conti occupa lateralmente la navatasinistra della Basilica, ed è accessibile dalla cappella della”Madonna Mora”, già parte di una chiesa preesistente. -Cappella del Beato Luca Belludiasilicadi Sant’Antonio (Padova) FilippoBaldo II F